In teca
Io non capisco perché

L'eccentrico mondo dei giardini grigi

Immaginatevi una bella e ricca socialite agli inizi del secolo scorso a New York.


Si chiama Edith, di cognome Bouvier, una famiglia americana che conta, produce carta e successivamente un'erede dal nome Jacqueline che diverrà first lady insanguinata (Edith era sua zia). Ha estro artistico Edie, canta discretamente, ma il rango e le convenzioni la fanno sposare a un avvocato di successo, tal Phelan Beale. Hanno 3 figli, 2 maschi e una femmina che chiamano Edith sulla quale Edith madre riverserà il germe di una carriera troncata, pur non permettendole mai di perseguirne una. Passano le loro estati in una meravigliosa casa dal nome "Grey Gardens" che si trova negli Hamptons, luogo di vacanza di tutti i ricchi chic della costa est. Ma la crisi del '29 piega di non poco le finanze di Phelan e anche l'amore vacilla: divorziano. Comincia la parabola finanziaria di Edith. A lei quello che interessa è stare a "Grey Gardens", non importa se non ci sono più soldi e non può permettersi tutta la servitù. Phelan muore all'improvviso, i soldi diminuiscono drasticamente e i figli maschi tentano di far vendere la casa alla madre che si rifiuta in maniera categorica. Costringe la figlia a vivere con lei  e inizia di fatto una convivenza in una casa piena di gatti randagi che comincia ad andare allo sfascio: sporcizia, topi, procioni selvatici, tanto che i vicini di casa e tutti gli East Hamptons sono letteralmente orripilati da questa coppia molto molto eccentrica. Negli anni '70  la nipote Jaqueline che non è più una Kennedy ma una 'O, dopo essersi vergognata leggendo un articolo sul "National Enquirer" che descrive doviziosamente il degrado di "Grey Gardens", della zia e della cugina, obbliga le parenti ad accettare un assegno che copre la disinfestazione, nuovo impianto elettrico e una mano di tintura.
Negli stessi anni ai registi Albert e David Maysles, viene in mente di girare un film sulla giovinezza di Jacqueline negli Hamptons. Ma la sorella Lee suggerisce loro di fare una capatina in casa Bouvier Beale. Ne uscirà fuori un documentario, un capolavoro, il più camp dei reality-docu, perlappunto dal titolo "Grey Gardens" dove le due Edith parlano, straparlano della loro vita nel contesto di quella casa fatiscente.
Questa primavera HBO ha prodotto un eccezionale film tv dallo stesso titolo che racconta la storia di quel documentario e molto più della vita delle due Edith Beale. Ad interpretarlo Jessica Lange e Drew Barrymore, entrambe manieratissime e bravissime.  Sia il documentario che il film sono in dvd su amazon. 
E prego non c'è di che.

Commenti

I commenti per questa nota sono chiusi.