Jackie Curtis revisited
La versione arrogante di nostro nonno

Nel segno del Bene

Di come l'Aldo Busi, folgorato sulla via di Youtube, con passione contrapponga ai geni assoluti del Bene assoluto, alcuni sommi artisti dello spettacolo che fanno testo a sé e non sembrano troppo condizionati dalla macchina che li produce, i mediocri geni del male, i politici che fanno massa di sistema, spalleggiandosi l'un l'altro e che sono di fatto intescambiabili e non lasciano alcuna "memoria d'amore", nemmeno civile.

 

L'inizio è in bresciano: "(…) a parte i Costituzionalisti, io non ne vedo neanche uno! Mentre dietro a un genio del bene non c’è dietro nessuno, c’è solo lui. L’unicità, l’individualità del genio esiste solo perché ha fatto qualcosa nel segno del bene. Allora, io oggi pensavo di scrivere un ringraziamento proprio “ufficiale” a Bice Valori, a Franca Valeri, a Lou Reed, a Michael Jackson a Elvis Presley, Marlene Dietrich e Nina Simone. Perché sono andato a sentire, e poi ce l’ho qui, Lili Marlene, cantata sia in tedesco che in inglese… Vediamo se la trovo… No, non la trovo… E dopo ho sentito Ne me quitte pas cantata dalla Nina Simone… Eh, la Bice Valori! La Bice Valori quando fa la telefonista della Rai… Io sono rimasto incantato: un gigante! Forse superiore anche alla Franca Valeri. Perché la Bice Valori intanto ha dei testi molto, molto articolati, molto complessi e molto lunghi. E non sbaglia mai un controtempo comico, non ha mai una pausa, quindi deve memorizzare! La Franca Valeri può improvvisare, la Bice Valori no!"

 

Commenti

I commenti per questa nota sono chiusi.